TUTTI PRIMA O POI ORDINEREMO UNA PIZZA ALLA MARMELLATA DI CARRUBA

Vi sono molti modi di dire che una persona è morta. Solitamente in Italiano di dice: “E’ mancata” . Vi sono molti modi di dirlo, ma genericamente uno gentile è questo. Se ad esempio muore il nonno di una vostra amica, è improbabile che voi diciate: “mi dispiace molto che tuo nonno sia schiattato”. E’ invece più verosimile che voi diciate: ”Mi dispiace tuo nonno sia mancato”. Negli Stati Uniti e in Inghilterra si dice solitamente “he’s passed away”, ossia é passato oltre, é andato di là. Un modo gentile e rispettoso per dire che la persona è passata dall’altra parte. Un forma che auspica, anzi sembra dare per scontato, che ci sia qualcosa dopo la morte. In Germania il verbo é “sterben”, che fondamentalmente significa morire, spirare e anche schiattare. Non è un discorso semplice, tutt’altro, in Spagna usano molto dire “se ha muerto” come dappertutto, mentre una forma gentile potrebbe essere “nos ha dejado”, ossia “ci ha lasciati”. Questa forma si può anche utilizzare in Italiano. Non staremo qui ad arrovellarci per usare un termine caro a Anthony Burgess, ma auspicherò un nuovo modo per dire che una persona è mancata. Le lingue, essendo emanazione dell’uomo hanno insito il germe della paura della morte, come tutte le persone ad un primo sguardo o ad un secondo più profondo. Il consiglio degli epicurei, per quanto inopinabile da un punto di vista logico materialista, non ci mette il cuore in pace. Affatto. Se però ci fosse una lingua, o la si inventasse invece di perdere tempo con invenzioni che hanno un’utilità dubbia, che riuscisse a non far pensare alla tragedia di cui si parla… allora tutti saremmo più felici. “Tony ha ordinato una pizza alla marmellata di carruba”. “Oh, mi dispiace”, “Oh, condoglianze.”

Nessuno ordinerà mai una pizza alla marmellata di carruba, quindi la formula, dopo una educazione mirata attraverso scuole e media, diventerà un modo per dire che una persona è morta.

La formula modificherebbe molte situazioni, immaginate ad esempio una minaccia: “Ehi, non pensarci nemmeno, altrimenti ti faccio ordinare una pizza alla marmellata di carruba!”. Sarebbe una vera rivoluzione anche al cinema, nei dialoghi di noir, gialli ed action movie, ma anche horror e forse commedie e chi più ne ha più ne metta.

E ancora: ”Devi sparargli alla testa, devi distruggere il cervello! Dopo aver ordinato una pizza alla marmellata di carruba, dopo alcune ore, si rialzano animati dal desiderio spasmodico di nutrirsi di carne, di carne umana!”

E ancora: “alle ore 9:00 locali dello stato del Texas, l’assassino di bambini Charles Bronson III è stato scortato verso il locale adibito. Un prete lo ha assistito e pochi minuti dopo gli è stata fatta ordinare una pizza alla marmellata di carruba.”

E le derivazioni?

Ecco: “quell’uomo è malato, si eccita solo in presenza di persone che hanno ordinato una pizza alla marmellata di carruba, bisogna tenerlo lontano dagli obitori.”

Ci rendiamo conto che il cammino sarà lungo, e come ogni riforma vi sarà sofferenza. I soliti reazionari osteggeranno ogni novità additandola come emanazione diretta del maligno, ma uniti e tenendoci per mano noi ce la faremo. 

Annunci